Rocca delle Macie

Un testimonial per il Chianti Classico: Rocca delle Macìe alla Maratona di New York

Spendersi, con la fatica delle proprie gambe nella Maratona più importante per testimoniare, con il proprio sudore, la gioia di portare nel modo lo storico nome del Chianti Classico ben in vista sulla maglietta.

Sergio Zingarelli, patron di Rocca delle Macìe, è alla sua settima partecipazione alla Maratona di New York, e quest’anno corre insieme  a 5 componenti del suo staff e 20 atleti di una storica associazione, quella sportiva di Siena, la Mens Sana. Tutti insieme si fondono con i 50.000 atleti che formano questo serpentone infinito che si snoda tra i 5 quartieri di  Staten Island, Brooklyn, Queens, Bronx, Manhattan.

Ciascuno ha le sue motivazioni per esserci. Il Team di Rocca delle Macìe vuole testimoniare il senso di appartenenza al proprio territorio e il desiderio di mettere in comune la propria identità con le altre migliaia che si rincorrono chilometro dopo chilometro lungo le strade di New York.

Il legame che tiene unita questa nostra squadra nasce dal particolare rapporto umano che Sergio Zingarelli e tutta la famiglia, indirizzati dal padre fondatore Italo, hanno da sempre stabilito con il team aziendale, e da quell’entusiasmo che ha coinvolto anche il centro sportivo Mens Sana che ha studiato la linea delle maglie da indossare e il messaggio comune da veicolare.

“È una vera e propria festa -dice Sergio Zingarelli in procinto di partire per la sua 7° edizione- per noi “atleti”che corriamo in rappresentanza di tutti i colori del mondo, e per tutto il pubblico festante che si riversa sulle strade di New York. Semplici curiosi che ti chiamano per nome, giovani band musicali alla prima esibizione, artisti di strada collaudati, bambini che offrono dolcetti o il semplice give me five… tutte emozioni che ci danno le energie necessarie per superare lo scoglio del 30° chilometro e, soprattutto, per concludere l’ultimo miglio. Siamo letteralmente trascinati dalla calorosa atmosfera che si crea lungo tutto il percorso degli abbondanti 42 chilometri della Maratona.”

È un modo, anche questo, di raccontare l’Italia e il Chianti Classico in particolare, con le sue capacità produttive. Un impegno che a Rocca delle Macìe è nato più di 40 anni fa e che ha portato l’azienda, oggi, ai massimi livelli qualitativi riconosciuti ovunque: l’azienda è arrivata ad esportare il proprio vino in oltre 50 Stati nel mondo. Un grande impegno e un grandissimo lavoro di squadra rappresentato dal piccolo “atletico” gruppo che solcherà, stavolta senza giacca ma con una uniforme ancor più identificabile, le strade di New York.

 

Fonte: Vinotype.itLink Articolo diretto